L'arte Del Sogno

Il nuovo film di Michel Gondry, interpretato da Gael Garcia Bernal, Charlotte Gainsbourg, Alain Chabat.
Dopo il magnifico "Eternal sunshine of the spotless mind" (in Italia "Se mi lasci ti cancello"), Gondry torna ad esplorare la tortuosità della mente umana, non più dal punto di vista del ricordo, bensì da quello del sogno. La trama base racconta di Stephane, un giovane messicano che si trasferisce a vivere nell'appartamento della madre a Parigi, e di Stephanie, sua vicina di pianerottolo. Uno strano e indecifrabile rapporto li lega, e allo stesso tempo li allontana l'uno dall'altro, in un eterno circolo vizioso che trova come terreno comune tra i due l'estrosa creatività di entrambi. Tutto ruota intorno a Stephane, dalla personalità timidissima e particolare, che lo porta a vivere in una costante via di mezzo tra il sogno e la realtà. E dove la realtà lo allontana da Stephanie, il sogno lo avvicina.

- Cosa mi è piaciuto:

Tutto il film è un delirio visivo di forte ed emozionante impatto. Più le immagini che offre sembrano risultato di avanzata tecnologia, tanto più danno sensazione di confortevole artigianalità e leggerezza. Gondry si conferma un genio visivo, poetico e dalla dolce e fervida immaginazione.


- Cosa non mi è piaciuto:

Purtroppo il film non raggiunge i livelli di "Eternal sunshine of the spotless mind". Forse un pò carente a livello narrativo, non c'è un vero sviluppo della trama. "Eternal.." era più toccante da un punto di vista emotivo, al di là della bellezza delle immagini di entrambi i film.


Giorgia

Link correlati: